Arredo bagno: come dar vita a un bagno in stile shabby chic

Colorato, romantico, originale: lo stile shabby chic è uno dei più amati e di tendenza, quando si tratta di arredamento. Proprio per questo il bagno in stile shabby è sempre più scelto da chi ristruttura casa per trasformare la stanza da bagno in un luogo in cui coccolarsi, sentirsi a proprio agio e rilassarsi. Ispirato allo stile provenzale, semplice ma raffinato, elegante senza essere eccessivo, nella classifica degli stili del bagno di design, lo shabby chic è dunque ai primi posti, anche grazie alla facilità con cui è possibile applicarlo all’arredo bagno.

    

Bagno in stile shabby chic: idee e ispirazioni

Letteralmente, “shabby” significa “usato”, “usurato”. Il che non significa vecchio e trasandato, ma, al contrario, ricco di personalità e dettagli che lo rendono caldo e accogliente. Il difetto, insomma, è quello che fa la differenza, trasformandosi in un pregio.

Il bagno shabby chic è solo apparentemente trasandato, perché in realtà è curato sin nel minimo dettaglio: banditi mobili, complementi d’arredo e sanitari moderni, nel bagno in stile shabby chic dominano linee sinuose e arrotondate, decori e materiali come il legno, la ceramica, il ferro e lo zinco. La vasca da bagno, se lo spazio lo consente, è il complemento d’arredo attorno a cui ruota l’intero bagno, e gli accessori, i materiali e i colori rivestono un’importanza fondamentale per dare carattere alla stanza.

Dal punto di vista dei colori, la palette che meglio si sposa con lo stile shabby chic parte da una base neutra che spazia dal bianco all’écru passando per beige e cipria, cui si possono sovrapporre tonalità pastello come l’azzurro cielo, il verde menta e il giallo pallido.

Le fantasie, immancabili, sono rigorosamente floreali e femminili e spuntano su tessili, tende, tappeti e stampe alle pareti. Il legno è il materiale da prediligere, meglio se con un look “vissuto” dato da una mano di vernice applicata in modo imperfetto, da cui traspaiono gli anni di utilizzo trascorsi. A contrasto, per quanto riguarda l'arredo bagno, troviamo candele profumate, contenitori di vetro e cestini in cui tenere a vista oggetti per la toilette, asciugamani morbidi e soffici e decorazioni alle finestre e sui mobili come per esempio cuori, gabbiette e lanterne.

 

Stile shabby chic in bagno, un inno al riciclo e al riuso

Lo shabby chic, anche in bagno, è diventato sempre più di tendenza: si tratta, infatti, di uno stile tanto bello quanto virtuoso. Trasformare un vecchio oggetto o un vecchio mobile in qualcosa di nuovo, senza gettarlo via, ma dandogli nuova vita, è un inno al riuso e alla sostenibilità ambientale, oltre che all’originalità.

Qualche esempio? Un vecchio catino di zinco può diventare il lavabo, una scala di legno a pioli si trasforma un porta asciugamani o in un mobile con mensole a giorno, i bicchieri di vetro si trasformano in originali porta candela, che non devono mai mancare in un bagno in stile shabby chic.

 

Bagno di design: come scegliere l’arredo bagno in stile shabby chic

Il bagno in stile shabby chic è un mix di stile rustico e provenzale, in cui ad accessori vintage si abbinano coccole rappresentate da tessuti come il lino e il pizzo. Parola d’ordine, nell’arredare in stile shabby chic, è sicuramente originalità: spedizioni nei mercatini dell’usato o delle pulci possono portare allo scoperto vere e proprie chicche, dai catini alle brocche passando per sgabelli da trasformare in pouf con un cuscino dalla stampa romantica o ancora tazze o bottiglie di latta da far diventare porta spazzolini o porta saponi.  

Anche stampe e cornici rivestono un’importanza fondamentale: immagini bucoliche e romantiche, fiori e scritte elaborate sono perfette per decorare le pareti, così come specchiere lavorate e vasi in cui mettere fiori freschi o mazzi di lavanda.

Attenzione anche alle tende, nel bagno shabby chic sono più importanti che mai: a dominare è sempre il bianco, in tessuti leggeri e vaporosi, da alternare ai colori pastello degli altri tessili in contrasto a legno e ferro. A fare la differenza sono, come sempre, i dettagli: applique a forma di candelabri, lampadari con gocce di cristallo, porta asciugamani dalle linee sinuose e arrotondate.