Come realizzare un bagno in camera da letto

Realizzare un bagno in camera da letto è uno dei vostri sogni? Oggi non è più un desiderio irraggiungibile, e – osservando le nuove proposte nel campo dell’arredobagno, che vedono mobili ed accessori sempre più integrati alle altre stanze della casa – si può dire che la tendenza è sempre più affermata.

 

Le norme per averlo a regola d'arte

 

Cosa dice la normativa a proposito del bagno in camera da letto? 
Innanzitutto, il bagno principale della casa non può essere quello annesso alla camera da letto, per il fatto che deve essere facilmente accessibile a tutti. Per quanto riguarda le dimensioni, non sono previste misure minime da rispettare, eccettuata l’altezza del vano che deve essere almeno di 2,4m. Se il bagno è cieco, va installato un sistema di areazione artificiale, mentre per quanto riguarda le apparecchiature sanitarie, devono essere presenti lavabo, wc e bidet, vasca o doccia.

Un’ultima raccomandazione riguarda i rivestimenti, che devono essere interamente lavabili e sanificabili, proprio come per il bagno principale.
Il bagno in camera da letto può essere un locale separato con accesso alla camera, oppure, secondo le ultime tendenze, un ambiente integrato (parzialmente, o completamente), anche se è consigliabile creare un vano isolato per vaso e bidet.

 

Il segreto è la continuità

 

Per un progetto ben riuscito, il segreto è quello di mantenere una certa continuità tra i due ambienti. Per prima cosa pensate ai rivestimenti, che devono rispettare alcuni requisiti: essere adatti alle zone umide, essere lavabili e adattarsi esteticamente sia all’ambiente bagno che all’ambiente camera da letto.

Fortunatamente ci vengono in aiuto le nuove tecnologie, come la stampa digitale che permette di riprodurre qualsiasi texture, o decoro su un materiale perfettamente integrabile nei due ambienti: il grès laminato.

Una collezione che si distingue in questo senso è Zero.3 di Panaria Ceramica: un grès laminato dallo spessore di soli 3 millimetri, dalle alte prestazioni, facile da tagliare, forare e posare. La collezione ha in catalogo una vastissima scelta di decori e finiture, anche personalizzabili, e le lastre, disponibili anche in grandi dimensioni, sono adatte sia per i rivestimenti a parete che per i pavimenti, oltre che per le zone umide, compresa la zona doccia. Una soluzione che garantisce una perfetta integrazione del bagno nella camera da letto e un risultato elegante e raffinato.

Ritorno all'antico

 

Forse qualcuno si ricorda ancora del mobile in marmo con brocca e catino e la petineuse delle camere da letto di una volta, quando pochi avevano il privilegio di avere una stanza da bagno in casa. La collezione di mobili da bagno Narciso di Ceramica Cielo è un elegante esempio di ritorno all’antico, a cui i designer Andrea Parisio e Giuseppe Pezzano si sono ispirati per la versione dotata di vano make up con specchio e porta oggetti, perfetta per essere collocata in camera da letto.

Il mobile, dalle linee leggere ed eleganti, è studiato in modo da prevedere una comoda seduta per il trucco e la cura del visto, e si adatta ad ogni gusto ed esigenza, grazie all’ampiezza di finiture e materiali proposti: finiture Nero Matt o Bronzo spazzolato per la struttura in acciaio; 16 colori della gamma Terre di Cielo per il lavabo in ceramica; 8 colori per il legno laccato del piano d’appoggio e 5 essenze per l’elemento Make Up e i cassetti.

Per aggiungere funzionalità senza dimenticare la raffinatezza, il mobile può essere arricchito con una barra porta asciugamani saldata alla struttura di acciaio e da una elegantissima borsa porta biancheria in cuoio da appendere sul lato.

Vasca o doccia?

 

Per finire occorre scegliere la vasca e il box doccia. Visto che si tratta di un bagno aperto sulla camera, anche in questo caso occorre optare per modelli che si integrino con l’ambiente, oltre che  essere belli da vedere: lo stesso discorso vale per la rubinetteria e gli accessori.

Per quanto riguarda la vasca, può essere free standing, addossata alla parete, incassata o semi incassata: l’importante è si tratti di una vasca dal design accattivante e in accordo con lo stile dell’ambiente. Per la doccia, attenzione alla scelta del box, che deve essere funzionale ed elegante allo stesso tempo.

Studiati appositamente per essere collocati in camera, i modelli della collezione Opera di Novellini assolvono perfettamente il compito, grazie alle loro caratteristiche tecniche ed estetiche: porta scorrevole con sistema Soft Closing, profili in acciaio quasi invisibili, vetro con maniglia integrata e posa su pavimento per doccia senza piatto.